CONNESSIONI DI SETTEMBRE

La mia è una famiglia di insegnanti. Settembre è sempre stato il mese del rientro. Al lavoro, a scuola, alle attività quotidiane. Ora, dopo diversi anni, è tempo di ricominciare. Ma, ora, il genitore sono io e in classe ci va mio figlio. Per la prima volta.

La mia infanzia declinata nei mesi estivi è stata semplice, tipicamente meridionale, vagamente contadina, mediamente vacanziera. Le mie estati da bambino-ragazzo in età scolare sono trascorse più o meno tutte uguali: per carità nulla di negativo, anzi. Un senso di comunione familiare, una felicità costante e parecchio appagante, momenti che oggi hanno il sapore del nostalgico e del “molto lontano nel tempo”.

Agosto e settembre, per me e per la mia famiglia, come per tutti, si vivevano lontano dalla scuola. Agosto da vivere a due passi dal mare, nella piccola casa che si affacciava sullo scoglio. Settembre da affrontare a casa dei nonni, nella masseria di famiglia, con la raccolta delle mandorle che caratterizzava il periodo. Da una parte il pescatore che portava a casa i ricci, dall’altra il contadino che sbucciava le mandorle.

Solo che per noi la scuola non era mai davvero lontana. Dico “noi”, perché genitori, fratelli, cugini, zii e nonni vivevamo quelle estati tutti assieme, per lunghi periodi. Quei 60 giorni di tempo, all’incirca, che trascorrevano nell’attesa del ritorno a scuola. Perché in realtà la scuola non si allontanava mai così troppo, ma era sempre lì a fare da cornice. Sempre presente.

Non solo per gli imminenti impegni scolastici dei bambini. Ma anche perché per mio padre, professore di scienze naturali, mia madre, professoressa di lettere, e tre zii, tutti professori di educazione fisica, la scuola significava lavoro. Loro anticipavano il rientro al primo settembre, per noi ragazzi qualche settimana in più di vacanza. La tradizione di una campanella anticipata che ci pre-allertava: l’estate sta finendo, i genitori tornati al lavoro, tra un po’ tocca a noi. 


***

È successa più o meno la stessa cosa qualche giorno fa. Suona il cellulare: la segreteria della Scuola dell’Infanzia mi convoca per la prima riunione. Da genitore. Lunedì per la prima volta in classe ci va mio figlio. Scherzo al telefono, chiudo la chiamata, resto fermo un po’.

Mi tornano in mente le estati di qualche anno fa. La preparazione al rientro, gli acquisti, i grembiuli, gli zaini, i quaderni, le penne. Per i più fortunati tra i cugini, quelli che avevano i fratelli maggiori, già l’attrezzatura di secondo livello: evidenziatori, gomme, goniometri e righelli. I nostri erano acquisti, anche quelli semplici, fondati magari sul maggiore risparmio possibile. Senza perdere di vista la qualità, certo. Ma, a settembre, diversi pomeriggi venivano destinati al tour degli acquisti. Cartolibrerie, piccole boutique, qualche negozio di giocattoli.

L’attesa del rientro a scuola era essa stessa il rientro a scuola. Oggi no. Molto più semplice: si può andare online. Stessa qualità, stessa attenzione al risparmio. Ho appena salutato la segreteria della scuola e sono già online. Chissà cosa potrei comprare per mio figlio? C’è da essere ottimisti. Da qualche parte ho anche letto di un sondaggio online realizzato da ebay. E mi ci ritrovo in pieno.

Ottimismo, un occhio alla spesa per i propri figli, un occhio alla spesa per tornare in forma (il lunedì ricomincio con il calcetto, dopo diversi mesi, e anche lì, ho da recuperare gli strumenti del mestiere) e qualche nuovo strumento per la professione. In tanti acquisteranno online. Ci provo anche io.

Non sono, da questo punto di vista, un consumatore seriale. Ho poca voglia di cercare, nonostante la facilità a disposizione. Per fortuna, eBay.it mi viene in soccorso con una bella promozione: fino al 16 settembre, Buono Sconto del 10% (clicca qui) su tutto il sito. Con una spesa minima di 20 euro, utilizzando il codice PROMOSET18.


***

UNO ZAINETTO PER PAOLO

Il grembiule, il primo grembiule, lo hanno già regalato i nonni e la mamma. A me tocca lo zainetto. Prima opzione da tifoso. Ricerca: “zaino scuola napoli calcio”. Risultato uno: “zainetto edinson cavani”, no proprio no, che poi magari ci punisce in Champions con il Paris. Risultato due: zainetto tondo con logo 3D edizione limitata, salvo il link. Nuova ricerca: “zaino fashion kids”. Risultato più soddisfacente: Jeune Premier, lo prenderò, piacerà anche a mia moglie


***

QUALCOSA DI NUOVO ANCHE PER ME

Settembre è un nuovo inizio anche per me. Professionalmente parlando. Nuove storie, nuove voglie. Viaggiare leggere e raccontare nuovi dettagli con una nuova mirrorless. Sufficienti un paio di passaggi: è quello che mi piace.


***

Così, all’infinito nelle ricerche, un occhio alla qualità, un occhio alla spesa. Due clic, una connessione. Settembre è sempre stato così, il tempo delle connessioni. 



In collaborazione con eBay.

#RicomincioDaQui #Ebay #Adv

ti piace questo articolo?

Share on facebook
Share on Facebook
Share on twitter
Share on Twitter
Share on linkedin
Share on Linkdin
Share on pinterest
Share on Pinterest
WhatsApp chat